Scorri per iniziare

Specifiche esigenze personalizzate




Lo Studio di Architettura & Urbanistica Sigurtà da tre decenni si confronta con progetti di diversa tipologia e scala, rispondendo ogni volta alle specifiche esigenze della committenza in modo innovativo e personalizzato e in modo coerente con il contesto nel quale ogni edificio va ad integrasi."

Un Team completo ed efficiente




"Lo Studio Sigurtà, grazie al suo team composto da architetti, ingegneri e geometri, segue al meglio ogni fase della progettazione architettonica dal progetto preliminare a quello definitivo, fino al progetto esecutivo."

Seguiamo e curiamo ogni fase della progettazione architettonica
Da tre decenni al vostro servizio

Realizziamo con attenzione ogni particolare




Lo Studio Sigurtà




I nostri Contatti




Diversi ambiti di progettazione e tipologie costruttive




Una grande esperienza al vostro servizio




Resta sempre aggiornato con le ultime novita




Work in progress / progetti in corso




San Cipriano









Chiesa dei Santi Cipriano e Giustina

L’edificio risale all’XI secolo, vista la citazione di una cappella Sancti Cipriani in una bolla del 1184 di Papa Luciano III. La semplice solennità della facciata tipicamente romanica con porta architravata del secolo XVIII è turbata dall’apertura rettangolare al di sopra dell’ingresso sicuramente eseguita in una fase successiva alla prima edificazione. Le pareti laterali sono scandite da tre monofore a doppia strombatura, ognuna di materiali diversi. L’abside presenta un possente basamento da cui si innalzano due sottili lesene che dividono la muratura in tre settori, scanditi al centro da una piccola monofora e da alcuni archetti pensili.

L’interno a navata unica si presenta nella sua assoluta sobrietà di linee, con la struttura di copertura a capanna a vista. Lungo la parete destra sono conservati degli affreschi della fine del XV secolo. L’altare dalle forme taro barocche è la testimonianza degli interventi effettuati nel XVIII secolo successivamente all’occupazione da parte dei soldati della repubblica gallo_ ispana. Del medesimo periodo è l’aggiunta del campanile a pianta quadrata con cella campanaria a quattro appoggi quadrangolare.

Il peso del campanile gravante parzialmente sulla volta dell’abside, la trasformazione morfologica del terreno circostante la chiesa, in seguito all’allargamento della strada comunale di San Cipriano a circa due metri di distanza, e le vibrazioni e l’asportazione di parte della collina su cui poggia la fabbrica dovute alla costruzione dell’autostrada A4 , e il continuo deflusso delle acque meteoriche nel terreno confinante con le fondazioni, hanno reso necessario un intervento di consolidamento statico, attraverso la realizzazione di sottofondazioni in calcestruzzo, ferro e mattoni pieni .

La copertura è stata ripristinata con il recupero dei materiali originari; gli intonaci e gli affreschi sono stati oggetto di restauro conservativo. È stato realizzato un nuovo sagrato ed il recupero delle murature in pietrame che cintano la fabbrica.

Informazioni principali:

  • Località: San Cipriano, Brescia
  • Progetto: Realizzato da Studio Sigurtà
  • San Cipriano









    Chiesa dei Santi Cipriano e Giustina

    L’edificio risale all’XI secolo, vista la citazione di una cappella Sancti Cipriani in una bolla del 1184 di Papa Luciano III. La semplice solennità della facciata tipicamente romanica con porta architravata del secolo XVIII è turbata dall’apertura rettangolare al di sopra dell’ingresso sicuramente eseguita in una fase successiva alla prima edificazione. Le pareti laterali sono scandite da tre monofore a doppia strombatura, ognuna di materiali diversi. L’abside presenta un possente basamento da cui si innalzano due sottili lesene che dividono la muratura in tre settori, scanditi al centro da una piccola monofora e da alcuni archetti pensili.

    L’interno a navata unica si presenta nella sua assoluta sobrietà di linee, con la struttura di copertura a capanna a vista. Lungo la parete destra sono conservati degli affreschi della fine del XV secolo. L’altare dalle forme taro barocche è la testimonianza degli interventi effettuati nel XVIII secolo successivamente all’occupazione da parte dei soldati della repubblica gallo_ ispana. Del medesimo periodo è l’aggiunta del campanile a pianta quadrata con cella campanaria a quattro appoggi quadrangolare.

    Il peso del campanile gravante parzialmente sulla volta dell’abside, la trasformazione morfologica del terreno circostante la chiesa, in seguito all’allargamento della strada comunale di San Cipriano a circa due metri di distanza, e le vibrazioni e l’asportazione di parte della collina su cui poggia la fabbrica dovute alla costruzione dell’autostrada A4 , e il continuo deflusso delle acque meteoriche nel terreno confinante con le fondazioni, hanno reso necessario un intervento di consolidamento statico, attraverso la realizzazione di sottofondazioni in calcestruzzo, ferro e mattoni pieni .

    La copertura è stata ripristinata con il recupero dei materiali originari; gli intonaci e gli affreschi sono stati oggetto di restauro conservativo. È stato realizzato un nuovo sagrato ed il recupero delle murature in pietrame che cintano la fabbrica.

    Informazioni principali:

  • Località: San Cipriano, Brescia
  • Progetto: Realizzato da Studio Sigurtà
  • Contattaci in ogni momento

    Copyright 2014 © - Studio Sigurtà - Via Cesare Battisti, 27 - Lonato del Garda (BS) - 25017 - Tel: 030 9913917 - E-mail: info@studiosigurta.it - P.IVA 02426430985

    Crediti: linoolmostudio.it

    Questo sito utilizza i cookie, navigando nel sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.